L’acqua, il bene più prezioso

il bene da preservare

Il bene in assoluto che è considerato da sempre indispensabile per la nascita e lo sviluppo della vità è sicuramente l’acqua, infatti essa da sempre ha accompagnato l’uomo nel suo percorso evolutivo iniziato millenni fa. Inoltre tutte le più grandi civiltà del passato si sono sviluppate solamente in luoghi in cui vi era disponibiltà di una riserva di acqua, ad esempio basti pensare alle grandi civiltà che sono nate a ridosso dei grandi fiumi, come gli egizi grazie al Nilo o i romani grazie al Tevere.

disinfezione-acqua
Il pericolo di avere acqua infettata

un pericolo reale

Durante l’ultimo secolo e mezzo la razza umana ha avuto un enorme sviluppo in ambito tecnologico ed industriale e questo ha permesso un notevole miglioramento nella durata e nella qualità della vita di molte persone. Tuttavia questo enorme sviluppo ha portato come diretta conseguenza anche un peggioramento delle condizioni di salute del nostro pianeta.

Infatti l’emissione dei gas ha prodotto un inquinamento per l’atmosfera della terra e i gas si sono aggiunti agli scarti degli impianti industriali che hanno portato all’inquinamento di molte risosrse primarie, tra le quali anche l’acqua appunto.

L’inquinamento dell’acqua

in cosa consiste?

L’acqua può essere inquinata facilmente dall’inserisrsi al suo interno di microorganismi patogeni di varia natura. Il chè rende in breve tempo l’acqua inquinata e quindi non potabile per l’uomo, in caso in cui l’acqua venisse ingerita lo stesso si avrebbero per la persona in questione conseguenze negative. Prima fra tutte la dissenteria e altre patologie che porteranno ad una degeneramento dell’equilibrio fisico della persona che accuserebbe in poco tempo spasmi, dolori addominali e sensazioni di nausea e vomito.

I vari metodi per la disinfezione acqua

il procedimento della disinfezione dell’acqua

Gli uomini da sempre procedono ad opere di disinfezione acqua, quello più semplice e più utilizzato è quello appunto dell’ebollizione, cioè di far bollire l’acqua per eliminarne impurità e agenti patogeni, oppure quando questo non bastava si procedeva in passato o prima o dopo l’ebollizione, al filtramento dell’acqua stessa.

Ad inizio 900 vennero scoperti invece elementi chimici che se usati correttamente potevano non solo eliminare l’impurità presenti nell’acqua, ma prevenirne anche il suo futuro inquinamento. Essi sono composti chimici o a base di cloro e di sodio come ad esempio l’acido ipocloroso,il clorito di sodio ed il diossido di cloro. Il cloro soprattutto è facile ed economico da trovare, è efficace perchè elimina la maggior parte dei microorganismi patogeni ed è per questo l’elemento usato da tutte le aziende impegnate nella reti di distribuzione idriche pubbliche.