Perchè mettere i dati informatici in sicurezza

I dati informatici e digitali, sia presenti in rete che memorizzati sul computer personale sono, per le loro stesse caratteristiche interne, esposti a numerosi rischi di intercettazione, falsificazione e furto. Le reti di comunicazione digitale, infatti, per essere considerate “sicure” dovrebbero garantire la riservatezza, l’integrità e l’autenticità dei dati.

Nella realtà, queste condizioni possono essere facilmente eludibili all’interno della rete a causa del fatto che tutte le informazioni trasmesse durante una connessione sono in chiaro, cioè prive di filtri di protezione. Purtroppo i sistemi informatici risultano vulnerabili in quanto presentano delle interconnessioni strutturalmente deboli sul piano della sicurezza. La confidenzialità dei dati informatici consiste nel fatto che solo il mittente ed il destinatario del messaggio dovrebbero essere in grado di capire e decifrare il contenuto dell’informazione: il mittente cripta (cifra) il messaggio e il destinatario lo decifra (decripta).

crittografia e sicurezza datiProteggere i propri dati attraverso la crittografia informatica garantisce un grado di sicurezza elevatissimo perchè va a contrastare abusi intenzionali o accidentali, intrinsecamente possibili nella rete a cui tutti sono inevitabilmente esposti. Anche dal punto di vista giuridico, il concetto di sicurezza informatica attiene all’ambito della tutela dei propri beni, in quanto può essere violata la riservatezza (qualora si verifichino accessi non autorizzati), l’integrità (se i propri dati venissero cancellati o modificati) e l’autenticità (nei casi di falsificazione o furto).

Per la Legge italiana, l’accesso non autorizzato a dati informatici equivale, a tutti gli effetti, ad una violazione di domicilio. Se si considerano, poi, i dati informatici di un’azienda, i danni economici derivanti da un attacco informatico potrebbero essere inestimabili, soprattutto se i computer sono connessi in rete e se questa è accessibile anche all’esterno.

Sicurezza informatica come risorsa

Non è più necessario al giorno d’oggi essere esperti di informatica o tecnici programmatori, conoscere le chiavi e gli algoritmi simmetrici o asimmetrici di crittografia, per tenere al sicuro i propri dati. Esistono soluzioni per la sicurezza informatica per tutte le esigenze, per privati o professionisti che trascorrono molto tempo in rete e che sentono il bisogno di preservare informazioni personali o che vogliono condividerle solo con poche persone selezionate.

La crittografia informatica esiste da tantissimi anni, ed in passato è stata sviluppata ed utilizzata prevalentemente per scopi militari. Con la tecnica di cifratura, che oggi avviene in modo automatico grazie alle numerose tecnologie per la crittografia informatica, si trasforma un testo in chiaro in un testo criptato, cioè visibile solo a chi possiede una specifica autorizzazione.

 

Independence Key: una chiavetta per crittografare i dati

Grazie ad Indipendence Key, le più innovative tecniche per la cifratura dei dati sono racchiuse in una semplice chiavetta all’avanguardia nel settore della crittografia informatica.

Indipendence Key è una formula rivoluzionaria di facile utilizzo anche per i meno esperti della sicurezza informatica che consente di conservare, proteggere e condividere i propri dati, file, cartelle e voip con estrema semplicità e in totale sicurezza. Si tratta di un dispositivo considerato tra i più veloci al mondo (100Mbps) che permette di accedere ai dati direttamente e non necessita della decriptazione perchè è sufficiente inserire la password personale.

Tutte le informazioni che sono copiate sulla Indipendence Key attraverso una chiave USB o un hard disk esterno vengono automaticamente criptate. Inoltre, l’aggiunta di una Security Cap permette di fare un costante backup dei dati criptati per sopperire ad eventuali dimenticanze, perdite o furti. Il dispositivo contiene in via opzionale anche una memoria interna (a sua volta totalmente criptata) per conservare fino a 250 GB di dati, mentre per quanto riguarda il trasferimento di file non ci sono limiti di memoria poiché è possibile collegare Indipendence Key a qualsiasi altro dispositivo esterno mantenendo gli stessi parametri di protezione e sicurezza.

Le tracce del testo in chiaro vengono ricercate e distrutte in automatico nel momento in cui un file viene criptato da Indipendence Key e se si sceglie di cancellare un file, esso viene eliminato senza possibilità di recupero. In questo modo, il proprietario dei dati sarà sempre il solo diretto responsabile del controllo e della gestione dei dati caricati sulla chiavetta.

Per maggiori informazioni sulle nuove tecnologie per la crittografia informatica: www.partnerdata.it/independencekey