ADR merci pericolose. Di cosa si tratta esattamente e a chi rivolgersi.
L’ADR è un acronimo di “Agreement for transport of dangerous goods by roads” ovvero si tratta dell’accordo redatto dall’unione Europea che interessa i trasporti internazionali di merci pericolose su strada.

Obiettivo di tale accordo è quello di armonizzare al massimo le norme vigenti sulla sicurezza dei trasporti internazionali e creare le garanzie necessarie per le quali tali trasporti raggiungano un accattabile livello di sicurezza.Novità dal primo gennaio 2015 si ci sono alcune novità per l’ADR, è infatti entrata in vigore la sua nuova versione, le cui prescrizioni saranno rese attuabili dal primo gennaio 2015 stesso, in maniera facoltativa, mentre per quanto riguarda la loro pubblicazione relativa al regime di trasporto nazionale, questa sarà pubblicata in prossimo futuro sulla gazzetta ufficiale del decreto ministeriale.Forniremo di seguito l’elenco delle principali novità relative alla revisione:

  • Verranno inseriti, in questa nuova versione, venti nuovi numeri, e diciassette di questi descriveranno la nuova classificazione dei gas: infatti dopo i gas compressi liquefatti, refrigerati e disinvolti verranno inseriti nella lista anche i gas assorbiti.
  • Ulteriore novità è quella che interesserà la parte identificativa della merce trasportata: identificazione che nello specifico interesserà dal 2015 anche le batterie al litio e le batterie allo iodio.
  • Altro punto interessante è quello rappresentato dall’introduzione della regolamentazione per gli imballaggi: che verranno distinti in scartati, vuoti, non ripuliti.

Grazie a questa nuova regolamentazione sarà possibile identificare in maniera semplice i sacchi e quegli imballaggi che hanno contenuto al loro interno sostanze tossiche e pericolose.

  • Vi saranno novità che interessano le aziende, in particolare in relazione alla loro possibilità di spedire materie giudicate pericolose per l’ambiente e che potranno però essere identificate, grazie ai rispettivi numeri di matricola, come sostanze e materiali non pericolosi a unica condizione che siano state confezionate con imballaggi semplice quali le taniche o i fusti aventi capacità massima di 5l/kg
  • Per quanto riguarda il campo relativo alle batterie al litio, il nuovo ADR contiene direttive anche per tale genere di merce, infatti il trasporto delle batterie al litio metallico verrà proibito a bordo degli aerei passeggeri.

Inoltre le batterie che veranno spedite, dovranno riportare sui loro colli i quantitativi di litio contenuti, che verranno obbligatoriamente espressi non più in peso lordo ma in peso netto.

Seguire tutte queste regolamentazioni e importante se non doveroso, sia per la salute dei cittadini sia per il corretto trasporto e mantenimento dei prodotti stessi. Proprio per questo motivo, bisogna sapersi affidare ad un’ azienda esperta nel settore del trasporto delle merci pericolose, che conosca bene l’importanza e le norme dell’accordo europeo e che sia quindi altamente specializzata nel settore.