Guida al mercato Forex

Le caratteristiche del mercato Forex

Il mercato forex è uno dei mercati più conosciuti a livello internazionale sia per lo scambio di valute sia per l’alta liquidità generata. I cross valutari, sui quali si basano le contrattazioni sul forex, sono coppie di monete sulle quali si fanno delle previsioni. Si vende la moneta di cui è previsto il ribasso e si acquista la moneta di cui si prevede il rialzo.

La speculazione consiste nella differenza di valore tra le due monete che si genera solo se le operazioni di acquisto o di vendita sono svolte nel momento propizio. Il mercato forex opera secondo il meccanismo della leva finanziaria, disponibile per mezzo di broker che mettono a disposizione le loro piattaforme di trading. I broker devono rispondere a requisiti di stabilità finanziaria, serietà e correttezza per operare sul forex. Molti sono i broker che operano online, ma è bene affidarsi a quelli certificati dagli enti regolatori del mercato finanziario.

La leva finanziaria è uno strumento di trading attraverso cui i broker invogliano i trader ad avvicinarsi al forex. Per investire in valute essi devono versare un margine di deposito che rappresenta una piccola percentuale dell’intero investimento. Il broker anticipa la parte di capitale necessaria per completare l’intera esposizione sul mercato delle valute. L’effetto leva risulta accattivante se il trader non dispone di immediata liquidità ma vuole ugualmente operare sul forex. Se il mercato volge a favore delle sue previsioni guadagna sulle valute senza investire il capitale.

Del profitto ottenuto una parte viene data al broker, in restituzione del capitale prestato in anticipo e degli interessi maturati. Il resto rappresenta il guadagno del trader al netto delle commissioni che il broker richiede per ogni ordine di acquisto o di vendita delle valute. Il profitto netto ottenuto dal trader deve tenere conto del fatto che non c’è stato l’effettivo esborso del capitale. Pertanto sono da considerare anche degli interessi attivi figurati da calcolare in base al tempo che il trader ha avuto per gestire il suo capitale investendolo in strumenti alternativi.

Guida al forex

Una descrizione esauriente del mercato forex deve tenere conto di forme di trading non tradizionali. Si parla di scalping per indicare operazioni di trading intraday. Si tratta di operazioni multiple che si aprono e si chiudono nell’arco della giornata e che consentono di contenere eventuali rischi a fronte di piccoli guadagni per ogni operazione. Per guadagnare di più con lo scalping bisogna effettuare molte operazioni e il profitto sarà calcolato a fine giornata facendo la sommatoria dei singoli profitti raggiunti.

Nel trading tradizionale le operazioni sono multiday, per cui s’investe su una determinata coppia di valute e si aspetta l’esito del mercato per un po’ di tempo. Per fare i primi passi nel mercato forex è utile sapere che le piattaforme d’eccellenza, come per esempio FXGM, dispongono di conti demo sui quali il trader principiante può iniziare ad operare. Rispetto ai conti reali la differenza è la possibilità di non utilizzare capitale.

Per il resto si opera con moneta reale in relazione alle quotazioni correnti. Il trader prova le proprie strategie di trading, che si possono apprendere frequentando i corsi messi a disposizione sia dalle piattaforme sia dagli istituti di credito che svolgono attività di trading. Per approdare nel mondo forex è necessaria la conoscenza delle variabili che influenzano i prezzi delle valute. Infatti le loro oscillazioni dipendono da cambiamenti di natura macroeconomica.

Oltre a tenere conto dei prezzi, le previsioni dei trader possono trovare conferma in alcuni indicatori che stabiliscono se la tendenza del prezzo è rialzista o ribassista. Questa consapevolezza risulta di evidente vantaggio per il trader che vuole speculare. I grafici sono d’aiuto per determinare i livelli di resistenza o di supporto dei prezzi della moneta. Raggiunti tali livelli che rappresentano dei picchi massimi e minimi il trader esperto si aspetta un’inversione di tendenza sulla quale piazzare un ordine di acquisto o di vendita.